Il trucco è mettere in chiaro la differenza tra ciò che voi volete che accada e quello che sapete che accadrà.


sabato 7 luglio 2007

Palmare: Toshiba g900



clikka sulle immagini per ingrandire..
Approfittiamo della pausa delle borse per parlare di Gadget. Siamo alla ricerca di un nuovo palmare al fine di poter seguire e gestire i propri investimenti anche quando si è fuori casa o fuori ufficio. Directa per es offre un OTTIMO programma di cui abbiamo fatto i beta tester si dalla nascita tramite il glorioso Qteck 2020 che si chiama PENTRADE. Abbiamo quindi avuto tra le mani per pochi minuti il nuovo Toshiba g900 che in italia deve ancora arrivare. Purtroppo non fa per noi ed esprimeremo in modo obbiettivo le nostre impressioni avendo provato un pò tutti i dispositivi in circolazione negli ultimi 10 anni. Appena aperta la scatola e preso in mano l'ultimo nato di casa toshiba, l'impressione che si ha è quella di tornare indietro nel tempo, di qualche anno addiritura. Plastica fronte retro (ci dispiace non aver scatato una foto al retro tutto grigio di plastica scadente e liscia) senza usare mezzi termini, terminale terribilmente pesante oltre ogni aspettativa e grosso, sicuramente molto più del tytn che avevamo sostituito proprio per questo motivo e per i difeti che aveva.

Il display è eccessivamente stretto, lungo e troppo incassato nel terminale, per intenderci c'è un gradino eccessivamente elevato tra la plastica grigia e la plastica che funge da "vetro" per il touch screen.


Ok lo accendiamo e qui abbiamo il vero ed unico punto a favore del g900, la risoluzione. Fantastica. Siamo rimasti senza parole. Ci siamo collegati subito tramite wi-fi (che funziona bene, il segnale era elevato) ed abbiamo lanciato opera (già installato nel terminale).
Per navigare in internet questa risoluzione è perfetta. Si può visitare ogni sito senza doversi spostare a destra o sinistra perchè tutta la pagina è ben visibile, all'altezza di un portatile.
I caratteri sono nitidissimi. Abbiamo provato a navigare in umts e non è comparsa la lettera H (che qui siamo sicuri che c'è).

Si sente terribilmente la mancanza della rotella presente ormai in tutti i terminali HTC. Non abbiamo trovato i comandi vocali mentre è presente un sistema di input chiamato xt9 ed anche trascriber in italiano (nonostante il terminale fosse in lingua inglese). La precisione (probabilmente grazie anche alla risoluzione del display) è elevata, si scrive con il pennino in modo meraviglioso.

La rotazione dello schermo quando si apre la tastiera non è immediata come nel p3600 ma questo probabilmente a causa proprio dell'alta risoluzione ed anche del nuovo windows mobile 6, comunque accettabile.

Veniamo ad un altro punto dolente. La compatibilità dei programmi dovuta alla risoluzione. Abbiamo provato solo ad installare il tomtom e non c'è stato verso di farlo andare. Il programma occupava un quarto dello schermo ed era illeggibile creando un fastidiosissimo sfarfallio. Inutilizzabile. Abbiamo cercato tra i setting la possibilità di modificare la risoluzione dello schermo ma non c'era. Ricordiamo che il terminale NON usa una risoluzione VGA standard 640x480 ma di 800x480.
Da sottolineare anche che in tutto questo breve tempo abbiamo dovuto effettuare un paio di soft reset!! a causa probabilmente della rom ancora non pienamente ottimizzata. A nostro avviso quindi un unico ed esclusivo punto a favore, la risoluzione del display. Aggiungiamo anche il prezzo concorrenziale anche se solo apparentemente in quanto, triband e mancante di modulo gps ed fm. Anche se dà l'impressione di solidità, avrebbe dovuto essere almeno sottile e pesante la metà di quello che è per essere al passo coi tempi. Senza considerare quindi i vari iphone, è anni luce indietro a nokia inquanto a fattura e ad HTC... Terminale quindi ottimo per la navigazione e per l'utilizzo con strumenti di office ma difficile immaginarne l'utilizzo di tutti i giorni.....

Nessun commento: