Il trucco è mettere in chiaro la differenza tra ciò che voi volete che accada e quello che sapete che accadrà.


lunedì 30 aprile 2007

Kaitech


Poniamo alla Vs. attenzione questo titolo sottile , che da tempo stiamo monitorando. La sua discesa con pochi volumi , il primo supporto in area 0,445 e l'RSI in ipervenduto , iniziano ad incuriosirci .... presumiamo che il mega supporto in area 0,3990 non venga raggiunto al momento e un possibile rimbalzo potrebbe essere nell'aria, staremo a vedere...

Alitalia


Avevamo giusto parlato giovedi di Alitalia ... non sapendo fin dove la volessero portare , avevamo ipotizzato 2 supporti 0,83 e 0,75 , invece Aza ci ha anticipato ( anche se di poco ) rimbalzando in area 0,85 , la prima resistenza a 0,91 è stata superata , guardando gli indicatori la corsa dovrebbe proseguire almeno in area 0,96 , unico neo i volumi un po' bassini , dobbiamo considerare il ponte del 1 maggio di mezzo .... vedremo

Focus sul Nasdaq.

Dopo la violazione dell'area 2530 l'indice Nasdaq effettua un pul back con return move sulla stessa area precedentemte violata. Come potete osservare sul grafico superiore, l'indice oggi si è adagiatao anche sulla trendline in uptrend di periodo.
Solo su violazione del supporto dinamico si apriranno scenari negativi di medio periodo. Al contrario su test e tenuta della stessa l'uptrend in atto prenderà nuovamente vigore.
Personalmente siamo propensi a pensare ad una continuazione della salita dell'indice.


Il trend di long resta ancora sano, come evidenziato dal grafico sottostante.

Questi sono i segnali che oggi 30/04/2007 il Trading System ci indica:


Uniland

Nessun segnale grafico da Uniland. Viene pubblicato invece QUI il bilancio civilistico e consolidato 2006 approvato dalla società di revisione Nexia e che che conferma la distribuzione di un azione gratuita ogni 10 possedute entro il 30 Giugno 2007.

Retelit

Candela di indecisione per Retelit che, con volumi bassi, trova sostegno sul primo supporto a 0.425...

Eems

Continuiamo a monitorare Eems che ha buoni bilanci e continua a formare un interessante figura di consolidamento. Primo supporto area 6.20-6.25. Possiamo anche pensare ad un eventuale buy su rottura di 6.5...

Beppe Grillo: la Bayer Nazista e le malattie inventate

Tg Economico-Finanziario Satirico di Class Editori.

Un po' di ironia ogni tanto serve a sdrammatizzare.
Notizie dal Tg satirico su Mediaset, Fastweb, Greenspan&Bernancke, Ceasre Geronzi&Matteo Arpe, Telecom, Guido Rossi, Alitalia, Mercati Finanziari, etc.


30 aprile 1945. Suicidio di Hitler.

Il leader nazista Adolf Hitler si suicida.
Prima di attaccare l'Europa, Hitler aveva assicurato ai suoi seguaci che il Terzo Reich sarebbe durato per 1000 anni.
Dodici anni dopo, durante le ultime settimane dell'occupazione alleata, Hitler si rifugiò in un bunker sotto la Cancelleria mentre il suo impero crollava.
Il giorno dopo aver sposato la sua amante Eva Braun, il Fürer si suicidò con la moglie inghiottendo delle pastiglie di cianuro.
I soldati dell'armata rossa trovarono nel cratere di una bomba i resti carbonizzati di quelli che si ritengono i loro corpi.


Quello che segue è l'ultimo filmato ufficiale del dittatore, qualche giorno prima del suo suicidio:



Uno spezzone dal Film 'La caduta-Gli ultimi giorni di Hitler' del regista Oliver Hirschbiegel:



Riporto qui di seguito un'articolo scritto da Joachim Fest il piu' noto biografo di Hitler, scritto per il quotidiano 'La Repubblica', in occasione dell'uscita del film:

Hitler, un suicidio per sottrarsi alla storia
di JOACHIM FEST

Il 20 aprile 1945 Hitler decora la brigata di giovani che difende Berlino
SONO trascorsi sessant'anni dal suicidio di Adolf Hitler nel Bunker della Cancelleria, a Berlino ridotta in macerie e già in mano all'Armata rossa. Sessant'anni ci separano da quel tetro Banchetto della Morte che culminò nel suicidio del tiranno. Sessant'anni da quell'orgia della volontà di distruzione sono un anniversario tondo, tempo di riconsiderazioni, di ricordi e di bilanci.

Rivisto oggi, con gli occhi della Memoria dell'Europa, il suicidio di Hitler potrebbe apparire una fuga dalle sue tremende responsabilità, una fuga dal presente e dal giudizio dei contemporanei, dalla Storia e dal futuro. Ma non fu così. Assolutamente no. Quando in quel fatidico 30 aprile, mentre pochi metri sopra il Bunker i carri armati di Zhukov e le truppe scelte di Koniev avevano in pugno Berlino, Hitler decise di togliersi la vita, non fu mosso da coscienze di colpa, né temeva il giudizio del mondo.

Hitler si suicidò, nel Bunker affollato di gerarchi e di profughi, in un gesto estremo di coerenza con il suo darwinismo sociale, con la sua Weltanschauung e la sua filosofia della Storia. Si suicidò perché si vide sconfitto con tutta la Germania, si sentì condannato al destino dei deboli, dei popoli inferiori, delle razze inferiori. E' quasi come se, togliendosi la vita insieme alla sua Eva, egli avesse riletto e riscritto le pagine del Mein Kampf.

La Storia, egli scrisse, è fatta dai popoli forti e vincitori. I deboli, i perdenti, non hanno diritto alla vita né alla compassione o alla pietà. I deboli vanno sradicati, devono sparire dal mondo. Una filosofia spietata, le cui conseguenze egli non volle risparmiare a se stesso e al suo popolo.

L'idea del suicidio non gli venne in quelle ultime ore nel Bunker. Anni dopo, illustri sopravvissuti come Albert Speer me lo confidarono, quando li consultai per redigere i miei libri: Hitler fu sempre un candidato al suicidio per eccellenza. Più volte aveva minacciato il suicidio. Nel novembre 1932, poco prima della vittoria elettorale che lo portò al potere, disse "o il Partito mi segue come un uomo solo, o mi ucciderò". Accettava solo il suo trionfo personale e il trionfo della Germania come unica potenza mondiale, o il suo suicidio e la catastrofe assoluta del paese.

Si respirava un'atmosfera cupa, sinistra, e anche paradossale, nel Bunker. Eppure non fu quella la spinta determinante nell'indurlo a togliersi la vita. "Era chiaro a noi tutti da anni prima", mi disse poi Speer, "dai lunghi consulti al Quartier generale, che il Führer accettava solo il trionfo o il suicidio".

Hitler era un grande attore, un maestro nell'inscenare se stesso e la sua vita, e al tempo stesso prese estremamente sul serio la sua parte. Dai congressi del partito nazista con la loro scenografia trionfale, fino alla conferenza di Monaco, egli seppe sempre mettere in scena la sua vita. Sapeva che era una messa in scena: proprio a Monaco, nel '38, si abbandonò a uno sfogo con i suoi intimi.

Maledisse l'accordo con Londra e Parigi che sacrificando la Cecoslovacchia aveva allontanato la guerra. "Chamberlain e Daladier mi hanno guastato la festa della guerra", disse. Con la stessa freddezza, confessò nel Bunker che non se la sentiva di piangere una sola lacrima sulla sorte del popolo tedesco: si era mostrato debole e inferiore, meritava l'annientamento.

L'Hitler degli ultimi giorni era anziano, indebolito, logorato dalla malattia. A volte si trascinava quasi barcollando nei corridoi del Bunker. Il 22 aprile, ebbe uno dei suoi scatti d'ira più terribili. I tentativi dei suoi fedelissimi, guidati dallo Obergruppenführer delle Ss Felix Steiner, di lanciare contrattacchi per disimpegnare il fronte attorno a Berlino, erano miseramente falliti. Koniev e Zhukov, "il fioretto e la spada di Stalin", si contendevano la presa della capitale del Reich come due rivali a caccia di successo.

Da Neukölln alle ville di Zehlendorf, da Tempelhof a Gatow, il fronte cedeva strada per strada ai russi. Invano reparti Ss, e gruppi di anziani e bambini del Volkssturm, si ostinavano in una resistenza disperata. "E'finita, non mi resta che togliermi la vita", disse in preda alla collera. Poi ritrovò la sua calma fredda e spietata, che non lo lasciò più in quell'ultima settimana di vita.

"Ma non mi lascerò catturare e condurre sbeffeggiato in pubblico come un nemico prigioniero e umiliato, non mi lascerò trascinare alla berlina per le vie di Mosca in una gabbia da scimmie", disse. Ecco: questo sì era il suo grande, unico timore in quelle ore. Le notizie venute dall'Italia, Mussolini fucilato e poi appeso per i piedi al pubblico ludibrio in Piazzale Loreto, lo avevano profondamente scosso. Gli avevano fatto provare qualcosa come paura. Non certo senso di colpevolezza.

Nei suoi ultimi decreti - quando, dopo un altro scatto d'ira furibonda, ordinò a Bormann e a Goebbels di esautorare e far arrestare gli incapaci, infedeli Göring e Himmler - protestò la sua assoluta innocenza davanti alla Storia. Se la prese con gli statisti di tutto il mondo, ebrei o servi degli ebrei e della plutocrazia anglosassone. Gli ebrei e i plutocrati anglosassoni per lui erano il Male, non la terribile guerra da lui scatenata. Giunse a ordinare misure di distruzione del Reich, di lasciare al nemico la Zivilisationswüste, la desertificazione della Civiltà.

Il mondo della sua sconfitta non valeva la pena di essere vissuto. Così pensava Hitler, così pensavano Joseph e Magda Goebbels, che nel Bunker uccisero col veleno i loro sei bimbi prima di togliersi la vita. Così ragionavano, a Berlino investita dalla furia vendicatrice dell'Armata rossa, migliaia di tranquilli borghesi. Un noto medico comprò veleno per sé, la moglie e i tre figli. Ma perse tutte le fiale tranne due. Allora con la moglie annegò uno dopo l'altro i tre figli, che invano - avevano 6, 4 e 3 anni - si dibatterono disperati nella vasca da bagno implorando mamma e papà di risparmiarli. Poi insieme alla consorte scrisse una lettera d'addio e bevve il veleno.

Così era anche il clima nel Bunker, in pure cui tutti i gerarchi gli giuravano fedeltà eterna, e si comportavano come persone che avevano ancora anni di vita davanti. Eppure sapevano che era questione di giorni. Il delirio d'agonia fu incarnato da Goebbels, che seppe convincerlo a restare fino all'ultimo a Berlino, a non fuggire in Baviera. "Il Führer non può affrontare il nemico nella residenza estiva". Si convinse ostinata a restare al suo fianco anche Eva Braun, che nel Bunker ottenne di sposarlo. Per l'emozione, sbagliò la firma sul certificato di matrimonio. Entusiasti per le nozze del Führer, decine di altre coppie nel sotterraneo si unirono a nozze.

Nel Bunker coesistevano tre stati d'animo. Lui era deciso alla fine, i suoi massimi collaboratori a seguirlo. Walter Hebel, Stumpfhegger, Krebs, si tolsero anche loro la vita. Come Bormann e i Goebbels. Ma molti altri, i pesci piccoli, i gerarchi minori, i profughi da est ammassati nel sotterraneo, provavano ancora istinto di sopravvivenza, voglia di continuare a vivere.

Hitler dettò le sue ultime volontà di resistenza fanatica e di distruzione, e passò i poteri supremi all'ammiraglio Dönitz. Nominò un'intera nuova leadership, con Goebbels cancelliere e Bormann ministro per il Partito. Chiese loro fedeltà fino alla morte. "Io e la mia sposa - furono le ultime righe del suo testamento - scegliamo la morte, per evitare la vergogna della capitolazione. E' nostra volontà essere bruciati subito qui in questo luogo dove ho quasi sempre lavorato nei miei dodici anni al servizio del popolo tedesco".

Fanatismo lucido fino all'estremo, disprezzo della compassione e della vita. Così morì lui, ma non quella logica spietata. Quando a ogni telegiornale vedo notizie delle stragi d'innocenti che l'attentatore suicida di turno ha compiuto in un Kindergarten di Tel Aviv, in un discount di Kiryat Shmona, o nel centro di Bagdad o di Kabul, vedo rivivere la sua Weltanschauung. E mi dico che purtroppo l'Illuminismo aveva torto, raccontandoci un genere umano ragionevole e portato per natura al Bene.

(19 aprile 2005)

Elica

Assemblea di oggi: ... bilancio esercizio 2006 chiuso con un un utile netto di 9.9 milioni di euro (+21.2%).
Testo integrale QUI

Calendario

  • 14.30 USA Spesa per consumi Marzo
  • 15.45 USA Indice NAPM (Chicago) Aprile
  • Borsa Italiana After Hour Chiuso
  • 1 Maggio Borsa Italiana Chiusa - Borse Americane Aperte

domenica 29 aprile 2007

L'angolo dei Trading System

Questo è il panel di 23 Titoli da testare.
(I dati visualizzati alla destra del Titolo, sono i risultati dei test sulla serie storica)
Oggi cominciamo a sperimentare praticamente un Trading System solo Buy. Più volte provato su dati storici di Titoli di maggiore capitalizzazione e con trend ben definiti, ci ha dato dei discreti risultati.
L'applicazione teorica già ripetutamente citata nei post precedenti verrà applicata ai Titoli, meno liquidi e più volatili, da noi trattati in questo Blog.
Attenzione! i risultati che si avranno possono discostarsi notevolmente da quelli analizzati con i dati storici.
Si consiglia vivamente di non utilizzare questi segnali per effettuare reali operazioni.


Questi sono i segnali che oggi 29/04/2007 il Trading System ci indica già come aperti:
(Troverete alcuni dei Titoli con segnale di acquisto abbastanza vecchio. Per poter iniziare siamo costretti a segnalare anche quelli)


29 aprile 1945. Liberazione di Dachau.

Le forze americane liberano Dachau, il primo campo di concentramento creato dai nazisti. Costruito nel 1933, appena cinque settimane dopo l'ascesa di Hitler alla carica di cancelliere, alla periferia della città di Dachau, 12 miglia a nord di Monaco, il campo servì da modello per gli altri campi di concentramento nazisti.
Qui, per la prima volta, i prigionieri vennero usati come cavie negli esperimenti medici.
I nazisti sperimentarono sui prigionieri gli effetti del congelamento e dei cambiamenti della pressione atmosferica, li infettarono con la malaria, li sottoposero a trattamenti con droghe sperimentali, li obbligarono a bere solo acqua di mare e a subire altri orribili esperimenti.
Nel campo di Dachau e nei suoi satelliti morirono almeno 32.000 deportati e moltissimi altri vi transitarono per essere smistati negli altri campi di sterminio.
Le truppe americane che liberarono Dachau furono così sconvolte dalle condizioni del campo che giustiziarono immediatamente 30 guardie tedesche.
I cittadini di Dachau furono obbligati a seppellire i 9000 internati trovati morti nel campo.

Quello che segue è il filmato presentato agli imputati nazisti e a tutto il mondo durante il processo di Norimberga, e mostrano le atrocità da loro commesse nel campo di Dachau.
Le immagini sono orripilanti e scioccanti.
Forse molti di Voi rifiuteranno di vederle, ma è l'unico modo per comprendere cio' che è stato e non dimenticare.
A voi la scelta.

sabato 28 aprile 2007

Uniland

Passaggi di azioni in mattinata di venerdi. Nel book passavano ordini da 300-700 mila azioni in un colpo solo.

Proseguono le riorganizzazzioni interne deliberate in assemblea straordinaria oggi e le trovate qui (comunicato).
Mezzini vuole acquistare il 100% di una società tedesca, la Mindfire Solution. A cosa servirà? (Faremo qualche ricerca comunque.. che non sia il caso di comprare qualche pacchetto di titoli...)
Le quotazioni rimangono comunque inchiodate. Aspettiamo segnali certi per capire se è ancora distribuzione (come la lateralità dei mesi precedenti da 0.64 a 0.72) o accumulo prima di ripartire finalmente dopo un anno di discesa continua... Noi, fiduciosi di entrare nello star a settembre e consapevoli dell'azione gratis ogni 10 possedute che verranno emesse tra 2 mesi (ed anche per i prossimi 2 anni) ci siamo posizionati long ma rispetteremo ovviamente i segnali che verranno dall' analisi tecnica. Alleggeriremo sotto 0.55 e stopperemo le posizioni quindi sotto 0.53.
P.S. Su ELICA manteniamo le posizioni aperte long (rottura 5.10)

Retelit

Solo 2 giorni scrivevamo che eravamo stupiti dal fatto che da un po di tempo i dirigenti o azionisti Retelit non vendevano azioni sul mercato. Eccoci prontamente accontentati. Da segnalazione Consob in data 19.04.2007 (con quotazioni come sempre sui massimi di periodo) Lombardi Leonardi e Sviluppo Italia spa riducono le loro partecipazioni entro il 2%.... Come condimento abbiamo un assemblea che non annuncia mai nessuna minima nuova notizia. Chi era entrato "speculando" e "sperando" in qualche novità, deluso come sempre, ha deciso ovviamente di vendere.

Ecco cosi che il grafico si tinge di rosso e ci pone in stato di allerta. Anche se i volumi sono stati bassi non vorremo mai rivivere un Maggio come quello del 2006!!! Noi al momento abbiamo solo alleggerito il portafoglio re-incrementandolo SOLO con una chiusura sopra 0.45. Facciamo attenzione la prossima settimana ai livelli chiave 0.42 e 0.39...
Non riusciamo ancora a convincerci che un fondo inglese abbia comprato metroweb scrivendo su ogno giornale che il prezzo era bassissimo e che a nessuno facciano gola oltre 6.000 km di fibra a prezzi ancora più bassi...

Top Performer 2007. Acotel Group, il cielo con un dito.

Non si puo' dire che il 2007 per Acotel sia uniziato come gli altri anni. Ad oggi è il top performer 2007 con un progresso percentuale dall'inizio dell'anno del +199,73%.
Mentre dai minimi del 2004, ha raggiunto la stratosferica performance del +376,93%!
Come potete osservare dal grafico l'accumulo è iniziato già dal lontano 2002, mentre nel 2006 ha iniziato lentamente ad invertire e all'inizio di quest'anno l'accellerazione ha portato a questo straordinario risultato.
Osservate il sottostante grafico annuale con i volumi che nei soli 4 mesi ha già superato quello degli anni precedenti. Anche questo è un elemento 'significativo'.

28 aprile 1945. Mussolini impiccato in piazza a Milano.

Benito Mussolini, 'Duce' dell'Italia fascista, viene ucciso a Milano.
Salendo al potere aveva dichiarato di voler costruire in Italia un nuovo impero romano, ma il paese era poi rimasto schiacciato dallo strapotere della Germania nazista, sua partner nell'Asse.
Le cocenti sconfitte subite in Nord Africa e in Grecia sgretolarono l'impero di Mussolini.
Destituito dal suo governo, nel 1943 fu costretto a fuggire e a cercare la protezione tedesca.
Il 28 aprile 1945, quando gli Alleati e la Resistenza ebbero liberato gli ultimi territori italiani, Mussolini e la sua amante Claretta Petacci furono fucilati a Milano da una folla inferocita, impiccati per i piedi ed esposti al mondo.

Questo è il link al filmato sulla morte di Mussolini a Milano:

venerdì 27 aprile 2007

CLASS EDITORI

Sembra si sia canalizzato in un leggero trend rialzista, con volumi bassi.
Possiamo ipotizzare una uscita da questo canale alla perforazione di una delle due trend-line.
Aspettiamo per decidere cosa fare.

Alitalia


Che dite, vogliamo cominciare a tener d'occhio la nostra compagnia di bandiera? Livelli chiave: supporti 0.83 - 0.74 - resistenze 0.91 (appena violata al ribasso). Voci alquanto pessimiste e pilotate (a parer nostro) parlano di offerte intorno a 0.5 ( pochissime settimane fa era 1 euro). Dove la vogliono "pilotare"?? noi... la vogliamo immaginare così......


Calendario

  • 01.30 Jappone Consumi delle famiglie, inflazione, Tasso di disoccupazione, produzione industriale, Vendite al dettaglio - Marzo
  • 01.30 Jappone Inflazione (Tokyo) Aprile
  • 08.00 Jappone Rapporto semestrale su prospettive economiche
  • 08.45 Francia Indice fiducia consumatori Aprile
  • 09.30 Italia Indice fiducia imprese Aprile
  • 14.30 USA Costo del lavoro T1; USA PIL (1a stima);
  • 16.00 USA Indice fiducia consumatori (Univ. Michigan) Aprile

giovedì 26 aprile 2007

Class. Siamo ad un bivio?


Class è al suo terzo test sulla trendline in uptrend.
In tutte e tre le occasioni è riuscita comunque in close a restare al di sopra di essa.
Un ulteriore livello di incremento ci poteva essere.
Manteniamo le posizioni aperte con stop solo al di sotto di essa.
Gli scarsi Volumi non ci aiutano nell'analisi.
Il Parabolic continua a mantenersi in 'tendenza'.

26 aprile 1986.Disastro nucleare a Chernobyl.

Nella centrale nucleare di Chernobyl in URSS si verifica il più grave incidente nucleare della storia.
L'esplosione del reattore sovietico provoca l'allarme radioattivo in Scandinavia.
In Svezia i livelli radioattivi aumentarono del 40%.
A Chernobyl, nei primi giorni del disastro, morirono trentadue persone e centinaia furono colpite dalle radiazioni.
Le autorità sovietiche ammisero con riluttanza l'incidente solo dopo che le autorità svedesi denunciarono la contaminazione.
Secondo le stime sarebbero circa 5000 i sovietici morti di cancro o per altre malattie provocate dalle radiazioni, mentre milioni di persone avrebbero subito conseguenze perniciose per la loro salute.
Nel 2000 gli ultimi reattori funzionanti sono stati spenti e la centrale è stata ufficialmente chiusa.
E' questo sono alcuni video per non dimenticare:

Aggiornamento veloce

Uniland: Ennesima fiammata (oltre +5%) e prontamente schiacciata nel finale. Société Générale continua la sua opera... con i suoi milioni di azioni in mano.... continuiamo ad attendere ...






Vemer Siber: Nega immediatamente la figura di ieri. Entrato in automatico lo stop. Attendiamo nuovi segnali






Retelit: Nulla di nuovo dal cda di oggi. http://notizie.directatrading.com/sensitive/allegati/0438-19-2007.pdf
L'assemblea di Retelit ha oggi nominato Franco Giovani nuovo consigliere. Il nuovo membro subentra a Leonardo Lombardi e Francesco Di Giovanni, riducendo così a sette il numero dei componenti del cda. E' stato in oltre approvato il bilancio 2006, che riporta ricavi pari a 30,4 milioni di euro e un Ebitda di 10,3 milioni. Ricordo che da Marzo scorso i membri del cda hanno la possibilità di vendere stock option. Solitamente lo facevano prontamente. Al momento invece ancora nessuna notizia di vendita. Nessuna notizia di vendita nemmeno da parte di Sirti che col tempo aveva ridotto la sua partecipazione fino al 7.499% (ultima operazione datata Gennaio 2007 e a questi prezzi scaricava sempre qualcosa). Eravamo convinti uscisse totalmente dal capitale ma, fino a questa sera invece nessuna notizia di ulteriore vendita.


Elica: Continuiamo a mantenere la posizione riaperta sul supporto blu (linea continua)...

Un pianeta "gemello" per la Terra.
Dista 20 anni luce e ha un clima mite
di ELENA DUSI
  • Le dimensioni superano di poco quelle della Terra.
  • La temperatura è di tutto comfort: tra zero e 40 gradi.
  • La superficie è rocciosa, a differenza dei grandi pianeti gassosi in cui un essere vivente sarebbe costretto a galleggiare fra i miasmi.
  • Il Sole sorge e tramonta regolarmente, e un anno dura solo 13 giorni.
  • Tutte le condizioni fanno pensare alla presenza di acqua allo stato liquido e quindi, potenzialmente, della vita.
  • Il pianeta più simile alla Terra, fra quelli scovati finora nelle profondità dell'universo, si trova in realtà dietro l'angolo, astronomicamente parlando.
  • Guardando nella costellazione della Bilancia, a soli 20,5 anni luce da noi, l'European Southern Observatory di La Silla, in Cile, ha individuato tre pianeti che orbitano intorno a una piccola stella, esattamente come la Terra fa intorno al Sole.
  • Fra questi tre pianeti, il più piccolo e il più interno ha tutte le caratteristiche per ospitare la vita. "Grazie alla sua vicinanza e alla sua temperatura - sostiene Xavier Delfosse, uno degli autori della scoperta pubblicata oggi sulla rivista Astronomy and Astrophysics - questo pianeta sarà uno dei primi obiettivi delle future missioni che partiranno alla ricerca di vita extraterrestre.
  • Nella mappa del tesoro dell'universo, bisogna sicuramente segnarlo con una croce".
  • Molti degli esopianeti (pianeti che orbitano intorno a una stella diversa dal Sole) osservati finora hanno dimensioni mastodontiche.
  • Il nuovo pianeta, con il suo raggio che è una volta e mezzo quello della Terra, è il più piccolo mai individuato.
  • Un successo attribuito alla precisione degli strumenti dell'Eso, capaci di registrare le oscillazioni della posizione della stella causate dal campo gravitazionale del pianeta.
  • Lo strumento utilizzato (che si chiama Harps, High Accuracy Radial Velocity for Planetary Searcher) è in grado di rilevare a 20 anni luce da qui variazioni di velocità di un corpo celeste pari a 9 chilometri all'ora: un uomo che cammina a passo svelto.
  • La stella attorno a cui il pianeta ruota, Gliese 581, è una nana rossa molto più debole del Sole. Emette una luce 50 volte più fioca, ed è questo che permette alla nuova potenziale culla della vita di orbitarvi così vicino (a una distanza 14 volte inferiore rispetto a quella che divide Sole e Terra) conservando temperature miti, capaci di mantenere l'acqua allo stato liquido.
  • "Secondo i nostri modelli - sostiene Stéphane Udry dell'osservatorio di Ginevra, il primo firmatario dell'articolo scientifico - il pianeta ha una superficie rocciosa come la nostra Terra, oppure coperta da oceani".
  • La caccia alla vita nell'universo partì di fatto nel 1995, anno della scoperta del primo esopianeta.
  • Era il 6 ottobre quando due astronomi dell'osservatorio di Ginevra annunciarono di aver individuato un sistema solare gemello: il pianeta 51 Pegasi-b che ruotava attorno a una stella simile al Sole.
  • Da allora a oggi diverse centinaia di esopianeti sono stati individuati, ma tutti troppo grandi, troppo caldi, troppo freddi oppure gassosi per ipotizzare che la vita così come la conosciamo sulla Terra vi si potesse sviluppare.
  • Per mantenere viva la caccia, a dicembre dell'anno scorso l'Agenzia Spaziale Europea ha lanciato la sonda Corot, incaricata di osservare centinaia di migliaia di stelle nel corso di una missione di due anni.
  • Un momentaneo affievolirsi della luminosità di una stella potrebbe voler dire che uno dei suoi pianeti le sta passando davanti, provocando un'eclissi.
  • E Corot sarà lì a registrare l'evento. Ancora più ambiziosa la missione Darwin, che l'Esa appronterà entro il 2020.
  • Uno speciale telescopio catturerà la debole luce riflessa dagli esopianeti.
  • Analizzandone lo spettro, riuscirà a determinare la composizione dell'atmosfera, e a capire che aria si respira a casa di Et.

Fastweb, quali le conseguenze dell'Opa Swisscom?



Molti azionisi di Fastweb non sanno ancora oggi come comportarsi.
Cercando informazioni su internet abbiamo trovato la seguente risposta, la quale potrebbe dare indicazioni utili per capire se aderire o meno all'offerta di Swisscom.
La domanda posta da un lettore è la seguente:

Che fare con Fastweb, data l'Opa Swisscom di cui non mi sono chiare le conseguenze (ritiro dal listino?) e soprattutto la compatibilità con l'erogazione del dividendo ad ottobre, mentre l"opa stessa scade a maggio? (Diego M.)

E questa è la risposta:

L'azionista di maggioranza di Fastweb, Silvio Scaglia (con il 18,70%), ha deciso di aderire all'Opa, quindi è probabile che Swisscom diventi il nuovo azionista di riferimento, anche se l'operazione è al momento subordinata al raggiungimento del 50%+ 1 azione del capitale. Fastweb rimarrà quotata secondo le intenzioni di Swisscom, dunque non c'è alcuna obbligatorietà di aderire in prima battuta all'Opa.
Per quanto le valutazioni di Fastweb al momento attuale siano a premio rispetto ai principali competitor, è probabile che un possibile scorporo dell'infrastruttura dia ulteriori opportunità agli operatori alternativi e a Fastweb in particolare.
Pur non vedendo quindi un potenziale di rialzo significativo agli attuali livelli di prezzo, riteniamo che lo scenario competitivo in miglioramento, l'ottimale posizionamento di Fastweb tra gli operatori alternativi e il dividendo in distribuzione in ottobre, rendano relativamente difensivo il titolo.
Il nostro consiglio perciò è di rimanere investiti se si crede che a breve possa avvenire lo scorporo della infrastruttura telefonica (e quindi che il processo di consolidamento in corso nel settore possa continuare) ed incassare il corposo dividendo (3,77 euro). Altrimenti sfruttare l'attuale prezzo di mercato al momento ancora leggermente superiore al prezzo dell'Opa e monetizzare l'investimento.

A CURA DI JC&ASSOCIATIWWW.JCASSOCIATI.IT

http://finanza.kataweb.it/scripts/cligipsw.dll?app=KWF&tpl=kwfinanza\esperti_dett.tpl&page=dettaglio_esperto_inv&type=I

Uniland

Ipotizziamo in modo del tutto azzardato un uptrend (linea verde). Verrebbe confermata da una chiusura sopra 0.594. Primo segnale negativo sempre e comunque 0.57

WI-MAX

Cominciamo a fare sul serio con la tecnologia wi-max. Ecco presentato il primo video telefono da casa che sfrutta tale tecnologia. Per chi è posizionato su Retelit come noi incroci le dita. Innanzitutto che il governo non decida di "rovinare" tale potenzialità a scapito di noi utenti finali con il metodo delle assegnazioni delle licenze (dovrebbero essere date entro giugno/luglio). Secondo, che la nostra RETELIT riesca a prendere almeno una delle tante licenze messe a disposizione. Le potenzialità sono enormi. Ricordo che a dicembre scorso Retelit, insieme a Class, ha portato a termine in modo estremamente positivo una trasmissione televisiva sfruttando tale tecnologia... non ci resta che aspettare...

Vemer Siber

Non abbiamo nemmeno fatto in tempo ad inserire Vemer tra i titoli segnalati che subito sembra voler dare segnali positivi. Inserita in un canale rialzista di breve ieri aver rotto la discesista di breve dinamica (linea blu) dando un primo segnale positivo.Eventuale stop con ritorno sotto sotto 0.7. Ulteriore segnale positivo rottura di 0.72 e 0.75... seguiamo

Calendario

  • 08.00 GER Prezzi importazioni
  • 08.45 FRA Indice fiducia imprese Apr
  • 14.30 USA Richieste settimanli sussidi di disoccupazione

mercoledì 25 aprile 2007

ABILITA' DA ACQUISIRE


Acquisire le seguenti abilita' aiuta a limitare notevolmente i maggiori errori del trading:
  • Capire che cosa si vuole ottenere dal trading.
  • Ritrovare o trovare passione e motivazione a fare trading.
  • Imparare a riconoscere le abilita' necessarie per progredire come trader e rimanere focalizzato sullo sviluppo di queste abilita', e non sul risultato finale (cioè i soldi che sono il naturale prodotto di queste abilita' acquisite).
  • Imparare a capire e fare funzionare il sistema fondamentale psicologico (i valori di vita, le credenze intime e le regole inconsce, i riferimenti, le emozioni e le domande che vi ponete) in proprio favore e non come nemico.
  • Decidere che stile di trading usare.
  • Imparare a costruire un sistema di trading personale che sia in armonia con il proprio carattere, la propria sensibilità, i propri scopi e lo stile di trading scelto che deve rispettare la regole dei sistemi (sia trading system che trading discrezionale).
  • Costruire un sistema di Money Management compatibile con il proprio stile di trading, il proprio sistema e voi stessi, identificando il livello di rischio personale accettabile, ed imparare ad espanderlo.
  • Imparare a conoscere altre tecniche di controllo del rischio oltre lo stop loss.
  • Invertire la relazione psicologica fondamentale del trading profitto = piacere = aspettativa raggiunta, perdita = dolore = aspettativa disillusa a proprio favore.
  • Imparare a fare trading senza stress, paura, ansia, aspettative.
  • Imparare a seguire le vostre regole.
  • Imparare a cancellare o ridurre i danni psicologi creati dal trading.
  • Imparare a fare trading intuitivo.
  • Imparare a fare profitti e mantenerli.

ERRORI COMUNI NEL TRADING

  1. Rifiutare di definire una perdita (decisione, controllo del rischio).
  2. Non chiudere una posizione anche dopo aver riconosciuto che il potenziale del trade e' fortemente diminuito (decisione, sistemia e stile di trading).
  3. Detenere a lungo una forte opinione sulla direzionalità specifica del mercato, evitando di considerare eventuali elementi che la negano. Da un punto di vista psicologico significa cercare di controllare il mercato con le proprie aspettative (aspettativa , decisione) (relazione psicologica fondamentale).
  4. Focalizzarsi sul potenziale monetario del trade e non sul potenziale di mercato. (credenza, riferimenti, decisione)
  5. Trading di vendetta (controllo emotivo)
  6. Non invertire la posizione anche quando si ha una chiara intuizione che il mercato si sta girando (decisione, paura ,aspettativa).
  7. Non seguire le regole del trading system o del metodo operativo che si è deciso di adottare (autodisciplina)
  8. Attendere un trade e trovarsi poi immobilizzato e perdere cosi' l'opportunità di fare dei profitti (danni-psicologici).
  9. Non agire sul proprio istinto o intuito (bassa autostima)
  10. Non avere scelto il proprio stile di trading (mancanza di chiarimento delle singole parti che interagiscono con il trading).
  11. Stabilire una consistente serie di successi nel trading e poi perdere tutto in uno o due trade e riniziare il ciclo. (valori sui soldi, autostima) (controllo psicologico).
  12. Fare trading in uno stato negativo, con continue tensioni, (relazioni psicologica fondamentale).
  13. Uscire dalla aspettative del killing o big trade (mancanza di un piano di trading).

IL PROFILO PSICOLOGICO-COMPORTAMENTALE DELL'INVESTITORE

  • Scout: comincia la ricerca con il gusto per la esplorazione di un territorio sconosciuto. La ricerca in genere è motivata dalla presunzione di aver trovato qualcosa che altri non sanno di vedere: il mercato, l'indice, il parametro, precursore del futuro reddito. Se scopre l'analisi tecnica documentandosi alla fine ci si appassiona: lo Scout tende ad evolversi verso l' “alpinista”; sostituendo il piacere della ricerca infinita con quello che la vertigine dei numeri può provocare.
  • Vecchietta: si affida agli altri nelle decisioni legate agli investimenti, col vantaggio di legare la propria competenza ed intuito a quella di chi è professionalmente più preparato.
  • Manolesta: si riconosce per la caratteristica frenesia di controllare, comprare e rivendere contemporaneamente e in tempo reale i grafici di più indici internazionali e di altrettanti titoli.
  • Fatalista giocatore: giocatore sconfitto fin dall’inizio, ossessionato dalla convinzione di poter dominare la sorte. Un tipo di Fatalista è il Cassettista Asseconda la Borsa, come asseconderebbe il destino. Non c’è l’anima della sfida né quella dell’affermazione.
  • L’Innamorato: vive con ansia e frustrazione gli andamenti della Borsa, come fosse la storia del suo rapporto. La scelta dei titoli, così come del partner, è legata spesso al ricordo di titoli passati, che lo hanno fatto guadagnare, che gli hanno dato grandi soddisfazioni in passato.
  • Veggente: convinto del suo delirio di previsioni perfette. Se l'analisi tecnica non piace o non convince, il veggente può utilizzare come auspici, i segnali più disparati colti ovunque. Meccanismo di difesa della distorsione della realtà.
In quale di questi profili vi rispecchiate?

25 aprile 1945. Liberazione dall'occupazione nazista.

La guerra partigiana si conclude il 25 aprile del 1945.
Finalmente anche l'Italia del nord viene liberata dall'oppressione dei tedeschi anche se la resa definitiva dell'esercito germanico avviene il 29 di aprile.
Tutto questo fu la conseguenza di una dura lotta per la libertà "La resistenza", alla quale presero parte volontari di diversa estrazione sociale, uniti allo scopo di combattere sia l'occupazione dei tedeschi che anche il governo della Repubblica Sociale Italiana.

Appuntamenti macro/economici di oggi

Eventi societari del giorno:
HERA Assemblea di Bilancio
RETELIT Assemblea STR ??? Questo è quanto riporta borsa italiana ma dovrebbe essere domani. Ho telefonato ed ovviamente gli uffici sono chiusi!!

Eventi macroeconomici del giorno:
Ore 01.50 JPN Bilancia commerciale marzo;
Ore 10.00 GER indice IFO aprile;
Ore 10.30 UK PIL (1a stima) 1° Trimestre;
Ore 14.30 USA ordini beni durevoli marzo;
Ore 16.00 USA vendite case nuove marzo;
Ore 16.30 USA scorte settimanali petrolio e derivati;
Ore 20.00 USA Beige Book.

martedì 24 aprile 2007

Elica

La tecnica del 50% ha dato profitto. Quando non si riescono a seguire in intraday i titoli può tornare utile. Qualora il titolo avesse proseguito forte il suo rialzo (come ci si aspettava) avremo ancora il 50% e di che gioire. Ma la resistenza ci ha respinti ed il 50% venduto ora lo abbiamo ricomprato sul supporto testato oggi. Quindi qualcosa abbiamo portato a casa. Ora manteniamo e applichiamo un eventuale stop qualora il titolo chiudesse sotto il supporto (linea rossa).

Incroci di long su TXT?


Come potete vedere sul grafico le quotazioni sono stae nuovamente respinte dalla resistenza in area 20,30-20,50. Sembra che il trading range debba continuare.
Sembra...Ma 'visionando' attentamente il momento attuale. possiamo renderci conto di un ulteriore supporto che potrebbe dare il 'la' alla ripresa delle quotazioni di TXT.
Dopo la violazione della mm 200 gg, avvenuta qualche seduta fa, segnale di long, le quotazioni ora stanno effettuando un return move sulla stessa ma soprattutto emerge visivamente la possibilità che la mm50 incroci verso l'alto la mm 200, chiaro elemento 'indiziante' di conferma dell'inversione di long.

INNOTECH in fibrillazione?


Un lettore ci ha chiesto di postare un analisi di periodo su Innotech. Le quotazioni si erano appoggiate sulla mm a 50 gg segnalando un ipotetico supporto su cui far riferimento. L'area era a 0,80. Forse è stata una coincidenza il segnale di Buy, o forse no... Resta il fatto che le quotazioni sono salite notevolmente fino a toccare oggi per la 5a volta l'area nei pressi di 1,05 e puntualmente come nelle precedenti situazioni la forte resistenza ha respinto indietro le quotazioni.
Per chi avesse acquistato il titolo nell'area indicata le posizioni dovevano essere chiuse, per poi attendere nuovi segnali e riposizionamenti.
Per quanto riguarda il long, volevo farvi notare che nonostante ci sia stata già precedentemente una violazione della mm 200, le quotazioni hanno ritracciato.
Nelle ultime sedute c'è stata una ulteriore violazione della mm 200. Ritraccerà nuovamente?!
Per chi vede questo titolo in un'ottica temporale di lungo periodo bisognerà attendere l'ultima definitiva conferma: Cioè l'incrocio della mm 50 sulla mm 200. Solo allora si potrà ipotizzare una probabile inversione di tendenza. Non prima.
Per quanto riguarda il fronte societario postiamo da(Teleborsa) - Roma, 24 aprile
  • Firmato un accordo preliminare subordinato che, in caso di esito positivo della due diligence, prevede l'acquisizione della maggioranza del capitale sociale di Innotech da parte di Cornell Capital Partners LP mediante sottoscrizione di un aumento di capitale sociale con esclusione del diritto di opzione dei soci.
  • Il Consiglio di Amministrazione di Innotech - si legge in una nota - ha approvato la firma di un accordo vincolante ma subordinato all'esito di una due diligence su aspetti fiscali, contabili e legali con bhn S.r.l., rappresentante esclusivo per l'Italia del fondo statunitense Cornell Capital Partners, LP (Cornell); entro il 15 maggio Cornell dovrà terminare la due diligence e confermare l'impegno ad effettuare l'operazione.
  • In caso di esito positivo della due diligence, l'accordo prevede un aumento di capitale di Innotech, con esclusione del diritto di opzione, riservato a Cornell di n. 20.200.000 azioni ordinarie per un prezzo complessivo di 15 mln di euro, pari a euro 0,742 per azione; il socio entrante acquisirà la maggioranza assoluta di Innotech, con conseguente obbligo per lo stesso di lanciare un'OPA obbligatoria.
  • Il corrispettivo offerto sarà pari a euro 0,856.
  • Qualora l'adesione all'OPA risultasse pressoché totalitaria, è intenzione di Cornell di ricostituire il flottante, con modalità da definirsi, al fine di mantenere la quotazione della Società.
  • L'assemblea della Società verrà tempestivamente convocata, dopo il 15 maggio 2007, per le delibere conseguenti alla prospettata operazione. L'operazione sarà finanziata con mezzi propri.
  • Lo scopo dell'operazione è quello di dare a Cornell il controllo di una società quotata per effettuare investimenti in Italia, ed in altri paesi, secondo le proprie strategie.
  • L'attuale socio di maggioranza dott. Carlo Corba Colombo detiene una partecipazione indiretta del 56,639% e dopo la prospettata operazione di aumento di capitale avrà una percentuale del 28,315%; ha manifestato il suo consenso all'operazione, ha espresso l'intenzione di non aderire all'OPA obbligatoria e non sono previsti patti parasociali con Cornell.

Calendario

Per oggi

  • 09.30 ITA Fiducia consumatori Apr;
  • 10.00 ITA Vendite al dettaglio Feb;
  • 16.00 USA Indice fiducia consumatori
  • 16.00 USA Vendite case esistenti Mar

lunedì 23 aprile 2007

INNOTECH


l'AT ci da ragione dopo, dopo una falsa partenza o meglio prove di partenza , con venerdi posizioni riaperte per Innotech e oggi l'esplosione .... la strada fino ad 1,08 non sembra impossibile ! vedremo!

LA PSICOLOGIA DELL'INVESTITORE


Le caratteristiche psicologiche ed emotive dei partecipanti al mercato nel corso delle diverse fasi che caratterizzano l’alternarsi fra i bull e i bear market che si sviluppano all’interno del ciclo di lungo periodo posso essere così schematizzate:

  • FASE 1 (1° ondata rialzista): è caratterizzata dall’incredulità generale in quanto il mercato avanza di colpo dai minimi. La maggioranza degli investitori e degli operatori non partecipa a questa prima fase del rialzo, sia perché non riesce a trovarne la causa, sia perché i fondamentali economici non hanno ancora dato nessun segno di miglioramento.
  • FASE 2: è la reazione, spesso profonda, al primo rialzo. Questa discesa solitamente inganna la maggior parte di partecipanti che ritengono si tratti di una continuazione del downtrend precedente.
  • FASE 3: (2° ondata rialzista): questa seconda onda rialzista è provocata da un miglioramento dei fondamentali dell’economia con il superamento dei massimi fatti registrare dalla prima onda si verifica l’ingresso sul mercato della gran parte degli operatori.
  • FASE 4: questa correzione viene vista come un’opportunità di entrata sul mercato da parte di quegli operatori che non avevano partecipato ai precedenti rialzi. Per questo motivo, più che vere e proprie correzioni molto spesso si tratta di brevi movimenti orizzontali di tipo accumulativi.
  • FASE 5: (3° E 4° ondata rialzista): è il rialzo finale ed è dominato dall’euforia generale e da una speculazione rampante. Spesso termina con un buying climax (cosiddetto “spike top”). Ciò ricrea, sia in termini tecnici che in termini psicologici, le premesse per la successiva inversione.
  • FASE 6 (1° ondata ribassista): il mercato scende di colpo nonostante i fondamentali economici continuino a supportare una continuazione della fase rialzista. La quasi totalità degli operatori non riesce a spiegare l’inversione di tendenza mentre alcuni vedono in questa discesa una magnifica occasione d’acquisto.
  • FASE 7: si tratta di un breve rally di reazione che, soprattutto nel caso di mercati sotto l’influenza di un uptrend secolare, possono far registrare nuovi massimi. Ciò fa supporre ad alcuni operatori che il rialzo possa continuare.
  • FASE 8: (2° ondata ribassista) questa seconda e più profonda discesa non solo fa registrare pesanti perdite alla massa dei piccoli investitori, ma provoca la rottura di importanti supporti sancendo così l’inizio di un bear market. I fondamentali economici segnalano un rallentamento dell’economia contribuendo a far aumentare il pessimismo fra i vari operatori.
  • FASE 9: questa reazione solitamente si manifesta sotto forma di movimento laterale (trading range) e non viene valutata come interessante. Alcuni operatori ricercano mercati più interessanti mentre altri cominciano anzitempo ad esser più ottimisti e tentano alcuni acquisti.
  • FASE 10: (3° ondata ribassista) L’ultima downleg (“ondata ribassista”) porta il mercato a far segnare nuovi minimi e provoca il massimo livello di sentiment ribassista. Al culmine del ribasso molti chiudono le posizioni rialziste precedentemente aperte sopportano pesanti perdite.

Vemer Siber

Un utente del forum qualche giorno fa mi ha chiesto info su vemer siber. Ricordiamo che la società è attiva nella progettazione e costruzione di componenti e di apparecchiature elettriche ed elettromeccaniche per sistemi a basso voltaggio, componenti elettrici ed elettronici per il settore dei piccoli e grandi elettrodomestici, apparecchiature e soluzioni per l'automazione industriale e componentistica elettromeccanica per il settore automobilistico. Vedi profilo completo qui http://www.vemersiber.it/index.php/corporate/content/view/full/473?prova=473 . Ricordiamo inoltre che la posizione finanziaria del gruppo è negativa per 43.4 milioni di euro (al 28/02/2007) ma in miglioramento di 1.2 milioni rispetto al 31 Gennaio 2007. Gli stessi conti dell'intero 2006 sono in miglioramento rispetto al 2005

Nel mese di marzo Vemer ha acquisito il 100% di Signal Lux s.r.l. che nel 2006 ha fatturato 21 mil di euro con sedi operative in Italia, Francia e Tunisia (leader europeo nel settore dei segnalatori luminosi) . Il maggiori azionisti dell'azienda è Hopa che, secondo un complicato calcolo effettuato da un utente del Forum, dovrebbe averle in carico a 0.69 circa.

Ricordiamo anche che l'amministratore delegato ha ricevuto milioni di stock option godibili per un terzo dal dicembre 2006, un terzo dal dicembre 2007 ed un terzo dal dicembre 2008.
Direi quindi che tutto sommato potrebbe diventare un titolo interessante da tenere sotto controllo... è in fase ascendente dai minimi assoluti. Da giorni è in fase di congestione e propenderei + per un' esplosione al rialzo. Ma attendiamo conferme prima di posizionarci almeno dalla rottura della trend discendente di breve.

Uniland

Volumi altissimi per uniland che esce decisamente al rialzo dal triangolo. Chi si è posizionato ora mantenga (primo segnale negativo solo sotto 0.57). Attendiamo però la conferma sulla bontà del rialzo. Nessuna resistenza importante è stata ancora violata.

Retelit

Non ci sono parole per esprimere la frustrazione che trasmette questo titolo. E' la decima volta che tenta di chiudere negli ultimi 4 mesi sopra 0.45. I volumi sono ancora in leggero aumento. Nessun chiaro segnale operativo per chi è fuori dal titolo. Per chi è gia posizionato come me dal superamento di area 0.4-0.42, continui a mantenere con pazienza, ..... mooolta pazienza!!

Calendario Festività

A beneficio di tutti postiamo il calendario di borsa:

  • 25 Aprile 2007: Borsa Italia After Hour chiuso.Tutti i mercati aperti regolarmente.
  • 30 Aprile 2007: Borsa Italia After Hour chiuso.Tutti i mercati aperti regolarmente.
  • 1 Maggio 2007: Borsa Italiana, mercato Xetra ed Eurex chiusi.Mercato Americano e Cme aperti regolarmente.

domenica 22 aprile 2007

Raggiunte le 10.000 pagine viste. Presentazione del progetto CSI/FSI

Siamo arrivati ad un traguardo a cui non avevamo mai pensato di arrivare.

Il nostro contatore oggi ha segnato le 10.000 pagine visitate in sole due settimane di apertura del Blog.
Inaspettate si, ma nello stesso tempo ci caricano di responsabilità nel proporre i nostri post e soprattutto nel porre un attenzione maggiore nei contenuti e nelle eventuali richieste da parte dei visitatori.
Non che non lo facessimo prima.
Abbiamo sempre utilizzato nelle nostre analisi l'opprtuna pacatezza e tranquillità che ci contraddistingue.
E siamo stati sempre attenti, con la doverosa scrupolosità, (forse alcune volte anche eccessiva) nell'esaminare cio' che è il nostro campo di indagine.
Ed oggi approfitto per riproporre ai visitatori un mio contributo che spiega come è nata questa idea dell'esaminare i titoli azionari come se fosse davvero una scena del crimine.

Questa che segue era la mia presentazione, che forse sarà utile a capire qual'è la nostra idea di 'approcciare' ed 'indagare' alcune tematiche finanziarie e tecniche.

Un ringraziamento a tutti coloro che ci hanno 'letto' e soprattutto incoraggiato a portare avanti questo progetto.

Buona lettura:

"Salve, sono Nysedow, per gli amici Nyse.
Alias Gil Grissom, supervisore e capo squadra della famosa serie televisiva americana CSI Crime Scene Investigation di Las Vegas (città del gioco, della perdizione…e di crimini efferati).
Essendo Las Vegas il teatro delle azioni, è inevitabile che molti delitti avvengano nel deserto o nelle case da gioco (la nostra amata Borsa!!).
Pargone irriverente?!
Le premesse sono d’obbligo, nel momento in cui ci apprestiamo a presentare un progetto che si augura possa avere apportare, in primis a noi e a Voi, utili indicazioni per ‘approfondire’ meglio le tematiche inerenti lo studio e le metodologie applicative della materia che andremo a trattare: l’Analisi Tecnica con tutte le implicazioni operative ad essa attinente e la sua ‘concreta’ e ‘rigida’ disciplina attuativa.
Mi sono permesso di utilizzare un paragone con la serie CSI Las Vegas di Gil Grissom e collaboratori, (utilizzando un po' di ironia che in queste situazioni non guasta mai), perché fin dalla sua uscita (guarda caso correva l’anno 2000 in piena bolla speculativa) mi ha sempre attirato il modo ‘analitico’ di cercare gli indizi e di sviscerare tutti gli elementi a disposizione, per trovare e rintracciare il colpevole del crimine commesso.
CSI affronta questo scenario da una differente angolazione e concentrandosi principalmente sul lavoro svolto dalle persone che stanno dietro alla scena del crimine (nel nostro caso si partirà dai grafici, gli oscillatori, indicatori, Medie Mobili, Bande di Bollinger, Supporti, Resistenze, etc.) il cui lavoro diligente e molto spesso anche frustrante è quello di mettere insieme sufficienti evidenze per assicurare l'incriminazione...
E attraverso il completo processo d'investigazione, partendo dalla scena del crimine e proseguendo poi attraverso lo studio nei laboratori delle evidenze, e terminando con gli interrogatori dei sospetti (verifiche con TS e conferme dagli indicatori e oscillatori) e l'arresto finale dei colpevoli (individuazione del titolo che potrebbe avere un upside di periodo).
E la loro coerenza nel perseguire con tenacia le proprie convinzioni, ma anche la loro umiltà presa nella loro singolarità di componente di un gruppo e la consapevolezza che da soli e senza il contributo degli altri componenti non sarà mai possibile giungere alla conclusione del caso è l'elemento trainante della squadra.
E questo spirito di gruppo che voglio mettere in evidenza.
I componenti di un team spesso sono così vicini nella loro professionalità che sembra che ciascuno di loro sia in grado di "leggere" i pensieri degli altri ed interagire non solo tra di loro ma anche nel fornire risposte singole, come se fosse il gruppo a parlarne.
Dimostrazione che la coesione e lo spirito di gruppo spesso portano al raggiungimento di obiettivi ritenuti impossibili da realizzare.
Un entità che vive solo per la presenza di tutti i singoli elementi di cui è composta.
Chiameremo la squadra FSI (Finance System Investigation) parafrasando la serie televisiva E’ questa visione e ‘unione’ di forze e competenze di cui è formato il gruppo di FSI che potrà darci lo stimolo continuo a proseguire il cammino iniziato.
Cercheremo di ‘sminuzzare’ ed addentrarci all’interno di ogni singola materia allo stesso modo come un anatomopatologo fa con i suoi ‘cadaveri’ e cercheremo di trovare degli indizi utili ed indispensabili per avere una visione comune per il raggiungimento del risultato conclusivo.
Potremmo veder in modo dettagliato quello che accadrà all’interno di un grafico e dei suoi indicatori.
Ci siamo chiesti con una semplice domanda , se l'Analisi Tecnica su alcuni titoli sia EFFICACE o meno.
Semplicemente la domanda è la seguente: "E' possibile applicare l'analisi tecnica con risultati soddisfacenti? O le caratteristiche dei titoli sfuggono ad ogni empirica applicazione e alle sue conseguenti interpretazioni?"
Vorremmo provare, con l'apertura di questo sito e del suo Blog collegato, a seguirne e a verificarne, l'applicabilità, con coerenza, e disciplina al fine di sperimentare empiricamente se effettivamente ci sia una adeguata risposta delle quotazioni dei titoli ai fondamentali principi dell'Analisi Tecnica.
Non siamo dei "professionisti", ma appassionati, che vogliono seguire cio' che l'AT potrà dirci.
Vogliamo "CAPIRE e COMPRENDERE".
Proprio perché i nostri approcci sono di tipo analitico e prima di giungere a delle conclusioni definitive verificheremo almeno in un ciclo completo di borsa e vedremo se sarà possibile ottenere un responso di 'affidabilità empirica' utilizzando metodologie sperimentali classiche del metodo scientifico.
Potrà esserci utile soffermarsi un attimo a riflettere su questi aspetti, da molti "economisti" definiti "esoterici", e che, forse un giorno potranno apportare un piccolo contributo allo studio sulle teorie dell'efficenza dei mercati.
Lungi da noi (e da Voi) considerarci degli esperti tecnici di settore.
Non lo siamo assolutamente.
Gli spunti proposti sono generalmente basati su modelli grafici e non possono in alcun modo sostituire il vostro libero ed informato giudizio.
Ma la ‘passione’ che ci lega a questa ‘esoterica’ materia, (e devo dire anche un minimo di competenza), potrà stimolare coloro che ci leggeranno, ad approfondire e a conoscere ulteriormente ciò di cui ognuno di noi sente il ‘bisogno’.
Vi chiedo scusa per questa iniziale digressione introduttiva, ma era necessario far comprendere come sia nata questa nostra ‘mission’ e come si svilupperà.
Chiunque voglia intervenire e apportare contributi ‘costruttivi’ all’indagine della FSI, sarà sempre il benvenuto.

Auguro al team un Buon Lavoro ricordando che l’obiettività e la coerenza saranno i temi cardini delle indagini sul campo.
Un cordiale saluto di benventuto a tutti Voi. "

Nysedow