Il trucco è mettere in chiaro la differenza tra ciò che voi volete che accada e quello che sapete che accadrà.


venerdì 20 luglio 2007

20 luglio 1969. Armstrong a passeggio sulla luna.

Alle 22.56 , a circa 240 mila miglia dalla Terra, l'astronauta statunitense Neil Armostrong saluta così i milioni di persone che lo seguono dalle TV di casa: "E' un piccolo passo per l'uomo, ma un balzo gigantesco per l'umanità".
Un attimo dopo scende dal modulo di allunaggio 'Eagle' per la prima passeggiata umana sulla luna. Pochi minuti dopo lo raggiunge Edwin Aldrin: i due scattano foto del suolo, piantano la bandiera statunitense, eseguono alcuni semplici test scientifici e, il giorno dopo, ripartono.
Sulla luna lasciano una targa che reca scritto: "Qui uomini del pianeta Terra misero per la prima volta piede sulla Luna - luglio 1969 d.C. - Venimmo in pace per tutta l'umanità".


Versione originale in bianco e nero del famoso commento di J.F.T. riguardante lo Sbarco sulla Luna:

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ma sei sicuro che ci andarono veramente sulla luna?

nysedow ha detto...

Ma non mi dire che anche tu credi all'idea del complotto!!!!!!!!!!!
Ma state scherzando davvero.
Al progetto apollo lavorarono circa 80.000 persone. Basta questo dato per farti capire quanto sia effimera l'ipotesi di alcuni pseudoscrittori di fantascienza che per vendere i lotro libri si inventano di tutto.